Iniziativa a sostegno della Blue Economy nel Med

  • 19 aprile 2017

La Commissione europea ha lanciato il 19 aprile 2017 una nuova iniziativa per lo sviluppo della Blue Economy nella regione del Mediterraneo occidentale, che comprende hub economici come Barcellona, Marsiglia, Napoli e Tunisi. L’iniziativa, spiega un comunicato della Commissione, permetterà di aumentare la sicurezza marittima, promuovere la crescita della Blue Economy e la creazione di posti di lavoro, oltre a preservare l’ecosistema e la biodiversità. La Blue Economy nasce dal classico concetto di sviluppo sostenibile, ma va oltre, sviluppandosi verso quattro specifiche direttrici di sostenibilità: economica, sociale, ambientale e culturale.

“La nuova iniziativa regionale – spiega il Commissario Ue per l’Allargamento e la Politica di vicinato, Johannes Hahn – riconosce e attinge dal potenziale economico del Mar Mediterraneo e delle sue coste per potenziare ulteriormente la crescita economica, per contribuire alla creazione di posti di lavoro e per stabilizzare la regione”. Si tratta anche, spiega Hahn, “di un importante passo verso una più stretta coordinazione e cooperazione tra i paesi che vi partecipano”. Frutto di anni di dialogo tra cinque paesi Ue della sponda nord del Mediterraneo (Italia, Francia, Portogallo, Spagna, Malta) e cinque della sponda sud (Algeria, Libia, Mauritania, Marocco, Tunisia), l’iniziativa prevede la cooperazione per quanto riguarda le attività di guardia costiera, nella risposta agli incidenti e la fuoriuscita di petrolio, la conservazione dell’ambiente, la biotecnologia, la condivisione dei dati e il turismo. Tre gli obiettivi dichiarati: uno spazio marittimo più sicuro, un’economia blu intelligente e durevole, il miglioramento della governance marittima.

 

admin

E-mail : info@hsaconsulting.it