Turchia

  • 20 marzo 2012

Geografia:

– Collocazione: Sud-Est europeo e Sud-Ovest asiatico.
– Dimensioni: 783.562 km2
– Capitale: Ankara
– Risorse naturali: carbone, ferro, rame, cromo, antimonio, mercurio, oro, barite, borato, celestite (stronzio), smeriglio, feldspato, calcare, magnesite, marmo, perlite, pomice, pirite (zolfo), argilla, terra arabile, l’energia idroelettrica
– Pericoli naturali: terremoti gravi, soprattutto nel nord della Turchia, lungo un arco che si estende dal Mar di Marmara al Lago Van. Vulcanismo: limitata attività vulcanica, i suoi tre vulcani storicamente attivi (Ararat, Nemrut Dagi, e Tendurek Dagi) non eruttano da più di un centinaio di anni.
– Problema ambientali: inquinamento delle acque da sversamento di prodotti chimici e detergenti, l’inquinamento atmosferico (soprattutto nelle aree urbane); deforestazione; fuoriuscite di petrolio a causa dell’aumento del traffico marittimo Bosforo.

Demografia:

– Popolazione: 79.749.461 abitanti
– Età media: 28,5 anni
– Tasso di crescita della popolazione: 1,197 %
– Tasso di nascita: 17,58 nascite ogni 1.000 abitanti
– Tasso di morte: 6,1 decessi ogni 1.000 abitanti
– Popolazione urbana: 70% del totale della popolazione
– Tasso di urbanizzazione: 1,7%
– Gruppi etnici: turchi (70-75%), curdi (18%) altro (7-12%)
– Lingue: turco, curdo, altre lingue miniritarie
– Religioni: Islam ( per lo più Sunnita) (99,8%), altro (per lo più Cristianesimo e Ebraismo (0,2%)
– Tasso di alfabetizzazione: 87,4% (maschile: 95,%, femminile: 79,6%)

Governo:

– Tipo di governo: Repubblica parlamentare
– Indipendenza: 29/10/1923 (dall’Impero Ottomano)
– Costituzione: 07/11/1982
– Suffragio: universale

Economia:

L’incremento del libero mercato dell’economia turca è stato guidato dall’industria e dal settore dei servizi, anche se il settore primario occupa il 25% dei lavoratori.
La presenza statale nell’industria, le banche, i trasporti e le comunicazioni si è progressivamente ridotta, facendo emergere una classe imprenditoriale di ceto medio che è riuscita anche ad espandere i settori tradizionali quali quello tessile e dell’abbigliamento.
I settori dell’industria di automobili, costruzioni ed elettronica stanno aumentando la propria importanza.

Dati salienti dell’economia turca (aggiornati al 2011):
– Moneta: Nuova Lira Turca
– PIL: $ 1,026 trilioni
– PIL pro capite: $14.600
– Tasso di disoccupazione: 10,3%
– Debito pubblico: 42,4% del PIL
– Tasso d’inflazione: 7,8%
– Tasso di sconto della Banca Centrale: 5,25% (31/12/2011)

– Produzione:
• Produzione agricola: tabacco, cotone, grano, olive, barbabietole da zucchero, nocciole, legumi, agrumi.
• Altra produzione: bestiame.
• Produzione industriale: tessile, alimentare, automobili, elettronica, settore minerario (carbone, cromo, rame, boro) acciaio, petrolio, costruzione, legname, carta
– Tasso di crescita della produzione industriale: 8,5%

Settore energetico:
– elettricità:
• Produzione: 185,2 miliardi kWh
• Consumo: 161 miliardi kWh
• Esportazioni: 1,55 miliardi kWh
• Importazioni: 373 milioni kWh
– petrolio:
• Produzione: 55.110 barili al giorno
• Consumo: 646.300 barili al giorno
• Esportazioni: 68.450 barili al giorno
• Importazioni: 581.000 barili al giorno
• Riserve: 270,4 milioni barili al giorno
– gas naturale:
• Produzione: 674 milioni m3
• Consumo: 38,12 miliardi m3
• Esportazioni: 649 milioni m3
• Importazioni: 38,04 miliardi m3
• Riserve: 6,173 miliardi m3

– Attuale bilancia dei pagamenti: -$ 71,94 miliardi

– Esportazioni: $ 133 miliardi.
• Prodotti: abbigliamento, generi alimentari, tessuti, manufatti in metallo, attrezzature per trasporti
• Maggiori partners per le esportazioni: Germania (10,1%), UK (6,4%), Italia (5,7%), Francia (5,3%), Iraq (5,3%), Russia (4,1%) (dati del 2010)

– Importazioni: $ 212,2 miliardi
• Prodotti: macchinari, prodotti chimici, semilavorati, combustibili, attrezzature per il trasporto
• Maggiori partners per le importazioni: Russia (11,6%), Germania (9,5%), Cina (9,3%), USA (6,6%), Italia (5,5%), Francia (4,4%), Iran (4,1%) (dati del 2010)

– Riserve auree e di moneta straniera: $96,05 miliardi (31/12/2011)

– Debito estero: $316,6 miliardi (31/12/2011)

– Stock di IDE:
• interno $98,98 miliardi (31/12/2011)
• esterno $18,63 miliardi (31/12/2011)

Trasporti :
– Aeroporti: 99
– Ferrovie: 8.699 km
– Strade: 352.046 km
– Porti e terminals: Aliaga, Diliskelesi, Eregli, Izmir (Kocaeli), Mercin (Icel), Limani, Yarimca.

mediterraneo

E-mail : info@comunitapmimediterraneo.org

Submit A Comment

Must be fill required * marked fields.

:*
:*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.