Egitto

  • 10 ottobre 2012

 

Geografia:

                                       

–          Collocazione: Nord Africa, bagnato dal Mar Mediterraneo, situate tra la Libia e la Striscia di Gaza.

–          Dimensioni: 1.001.450 km2

–          Capitale: Cairo

–          Risorse Naturali: petrolio, gas, minarele di ferro, fosfati, magnesio, calcare, gesso, talco, amianto, piombo, rari elementi del sottosuolo, zinco.

–          Pericoli Naturali: inondazioni periodiche; frequenti terremoti; frane; caldo, tempeste di vento primaverili chiamate Khamsin; tempeste di polvere; tempeste di sabbia

–          Problemi Ambientali: diminuzione dei terreni agricoli a causa dell’urbanizzazione e delle frequenti tempeste di sabbia e polvere; salinizzazione del suolo circostante la diga di Assuan; desertificazione; inquinamento da idrocarburi che minaccia la barriera corallina, le spiagge e l’habitat marino; inquinamento delle acque da altri pesticidi agricoli, acque reflue e degli effluenti industriali; limitate risorse naturali di acqua dolce lontano dal Nilo, che è l’unica fonte d’acqua perenne; la rapida crescita della popolazione sfrutta in maniera eccessiva le risorse del Nilo e quelle naturali.

 

Demografia:

 

–          Popolazione: 83.688.164 (Luglio 2012)

–          Età Media: 24,6 anni

–          Tasso di crescita della popolazione: 1,922%

–          Tasso di natalità: 24,22 nati/1.000 abitanti

–          Tasso di mortalità: 4,8 decessi/1.000 abitanti

–          Popolazione urbana: 43.4%

–          Tasso di urbanizzazione: 2.1%

–          Gruppi Etnici: Egiziani 99.06%, altro 0.04%

–          Lingua: Arabo (ufficiale), Inglese, Francese

–          Religioni: Islam Sunnita 90%; Copti 9% ; Cristiani 1%

–          Tasso di alfabetizzazione:  72%  (uomini: 80.3%, donne: 63.5% ).

 

Governo:

 

–          Tipo di governo: Repubblica

–          Independenza: 28 Febbraio 1922 (dallo status di protettorato del Regno Unito)

–          Costituzione: quella provvisoria è stata approvata attraverso il referendum del 19 Marzo 2011; adottata il 30 Marzo 2011.

–          Suffragio: universale.

 

Economia:

 

Occupando l’angolo nord-est del continente africano, l’Egitto è percorso dalla fertilissima valle del Nilo, dove si svolge la maggior parte dell’attività economica.

L’economia egiziana era altamente centralizzato durante il governo dell’ex presidente Gamal Abdel Nasser, ma si è aperta notevolmente sotto l’ex presidenti Anwar El-Sadat e poi con Mohamed Hosni Mubarak.
nel periodo che va dal 2004 al 2008 sono state avviate riforme economiche perseguite in modo aggressivo per attirare gli investimenti stranieri e facilitare la crescita del PIL.

Nonostante i livelli relativamente elevati di crescita economica degli ultimi anni, le condizioni di vita per la popolazione media non sono migliorate, aumentando il malcontento pubblico.

Dopo i disordini scoppiati nel gennaio 2011, il governo egiziano ha drasticamente aumentato la spesa sociale per affrontare l’insoddisfazione dell’opinione pubblica, ma l’incertezza politica ha causato un rallentamento significativo della crescita economica, riducendo i ricavi del governo.

Giovani egiziani e gruppi di opposizione, ispirata dagli eventi in Tunisia che hanno portato alla caduta del governo, hanno organizzato la “Giornata della Rabbia”, il 25 gennaio 2011. Il malcontento della popolazione era focalizzato sulla brutalità della polizia, le leggi di emergenza dello stato, la mancanza di libertà di parola e di elezioni, l’alto tasso di disoccupazione, l’aumento dei prezzi dei generi alimentari, l’inflazione ed i salari minimi bassi.

Il turismo, l’industria, e le infrastrutture sono tra i settori dell’economia egiziana più colpiti, e la crescita economica è destinata a rimanere lento, almeno fino alla fine del 2012.

Il governo sta utilizzando riserve in valuta estera per sostenere la lira egiziana e l’Egitto sta valutando di chiedere aiuto al Fondo Monetario Internazionale.

 

–          Moneta : Lira Egiziana

–          PIL: $525,6 miliardi

–          PIL pro capite: $6.600

–          Tasso di crescita : 1,8%

–          Tasso di disoccupazione: 12,2%

–          Debito pubblico: 83,4% del PIL

–          Tasso di inflazione : 10.2% (2011)

–          Tasso di sconto della Banca Centrale: 8,68%

 

Produzione :

–          Produzione Agricola : cotone, riso, mais, grano, fagioli, frutta, verdure;

–          Altri Prodotti; bestiame, bufali, pecore, capre

–          Industria: tessile, chimica, farmaceutica, degli idrocarburi, delle costruzioni, del cement, metallurgica, trasformazione del cibo, manufatti leggeri, turismo.

–          Tasso di crescita della produzione industriale : 0.5%

 

Settore Energetico:

–          Elettricità:

  • Produzione: 123,9 miliardi kWh
  • Consumi: 109,1 miliardi kWh
  • Esportazioni: 1,022 miliardi kWh
  • Importazioni: 896 milioni kWh

–          Petrolio:

  • Produzione: 662.500 bidoni al giorno
  • Consumi: 740.000 bidoni al giorno
  • Esportazioni : 163.000 milioni di bidoni al giorno
  • Importazioni: 177.200 bidoni al giorno
  • Riserve : 4,4 miliardi di bidoni al giorno

 

–          Gas:

  • Produzione:  62,69 miliardi m3
  • Consumi: 44,37miliardi m3
  • Esportazioni: 18,32 miliardi m3
  • Importazioni: 0 m3
  • Riserve : 2,186 triliardi m3

 

–          Attuale bilancia dei pagamento : $-5,422 miliardi

 

–          Esportazioni: $27,91 miliardi

  • Prodotti: petrolio, prodotti petroliferi, cotone, tessile, prodotti metallici, prodotti chimici, prodotti alimentati.
  • Principali Partners: Italia (8.8%), Germania (5.5%), USA (5.5%), India (5.2%),  Arabia Saudita (5.1%), Spagna (4.7%), Francia (4.5%).

 

–          Importazioni: $ 53,97 miliardi

  • Prodotti: macchine ed attrezzature, prodotti alimentari, prodotti chimici, prodotti in legno, combustibili.
  • Principali Partners : Cina (11.5%), USA (9.8%), Italia (5.6%), Germania (4.9%), Turchia (4.4%), Brasile (4.1%)

 

–          Riserve auree e di valuta straniera : $183,1 milioni

 

–          Debito estero : $17,66 miliardi

 

 

–          Stock di investimenti diretti esteri (IDE):

  • interno : $72,61 miliardi
  • esterno : $6,073 miliardi

 

 

Transporti :

–          Aeroporti : 82

–          Ferrovie : 5.083 km

–          Strade : 65.050 km

–          Porti e terminals : Ayn Sukhnah, Alexandria, Damietta, El Dekheila, Port Said, Sidi Kurayr, Suez

admin

E-mail : info@hsaconsulting.it

Submit A Comment

Must be fill required * marked fields.

:*
:*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.