Albania

  • 4 giugno 2012

Geografia:
– Collocazione: Europa sud orientale. L’Albania confina con il Montenegro a nord-ovest, con il Kosovo e con la Macedonia a nord e ad est, e con la Grecia a sud e sud-est. La parte Occidentale l’Albania si affaccia sul Mare Adriatico.
– Dimensioni: 28.748 km2
– Capitale: Tirana
– Risorse naturali: petrolio, gas naturale, carbone, bauxite, cromite, rame, ferro, nichel, sale, legname, energia idroelettrica.
– Pericoli naturali: terremoti, tsunami (che si possono verificare lungo la costa sud-occidentale), inondazioni, siccità.
– Problemi ambientali: deforestazione, erosione del suolo, inquinamento delle acque da scarichi industriali e domestici.
Demografia:
– Popolazione: 3.002.859 abitanti
– Età media: 30,4 anni
– Tasso di crescita della popolazione: 0,28%
– Tasso di natalità: 12.38 nascite ogni 1.000 abitanti
– Tasso di mortalità: 6,25 decessi ogni 1.000 abitanti
– Popolazione urbana: 52% del totale della popolazione
– Tasso di urbanizzazione: 2,3%
– Gruppi etnici: Albanesi (95%), Greci (3%), altri (Vlach, rom, serbi, macedoni, bulgari) (2%)
– Lingue: Albanese (ufficiale), Greco, Vlach, Rom, dialetti slavi.
– Religioni: Musulmana 70%, Ortodossa Albanese 20%, Cattolica 10%.
– Tasso di alfabetizzazione: 98.7% (maschile: 99.2%, femminile: 98.3%).

Governo:
– Tipo di governo: democrazia parlamentare
– Indipendenza: 28/11/1912 (dall’Impero Ottomano)
– Costituzione: 28/11/1998
– Suffragio: universale

Economia:
L’Albania sta compiendo una difficile transizione verso la più moderna economia di mercato aperta. La crescita macroeconomica media è stata circa del 6% nel periodo 2004-2008, ridotta a circa il 3% in quello 2009-2011. L’inflazione è bassa e stabile.
Il governo ha adottato misure per frenare la criminalità, e di recente ha adottato un pacchetto di riforme fiscali, volte a ridurre l’economia sommersa e ad attrarre investimenti stranieri.
L’Albania ha un potenziale di crescita economica, come dimostrato dal fatto che sempre più aziende hanno delocalizzato parte della propria produzione in questo Paese, e che beni di consumo sono sempre disponibili da parte degli operatori dei mercati emergenti grazie alla tendenza mondiale di riduzione dei costi.
Il settore agricolo, nel quale sono impiegati quasi la metà dei lavoratori, ma che produce solo circa un quinto del PIL, è limitato ad agricoltura di sussistenza e su piccola scala a causa della mancanza di attrezzature moderne, diritti di proprietà poco chiari, e la prevalenza di piccoli ed inefficienti appezzamenti di terra.
Il governo, con l’aiuto di fondi europei, sta adottando misure per migliorare la rete stradale nazionale e quella ferroviaria, per molto tempo ostacolo alla crescita economica.
Il turismo sta guadagnando un’importante quota del PIL dell’Albania grazie al crescente numero di visitatori ogni anno.

Dati salienti sull’economia Albanese aggiornati al 2011:
– Moneta: Lek
– PIL: $ 13,3 miliardi
– PIL procapite: $7.800
– Tasso di disoccupazione: 13,4%
– Debito pubblico: 59,4% del PIL
– Tasso d’inflazione: 3,9%
– Tasso di sconto della Banca Centrale: 5% (al 31/12/2011)

Produzione:
– Produzione agricola: frumento, mais, patate, ortaggi, frutta, barbabietole da zucchero, uva.
– Altre produzioni: carne, prodotti caseari.
– Produzione industriale: trasformazione dei prodotti agricoli, tessile e abbigliamento, legname, petrolio, cemento, prodotti chimici, miniere, metalli, l’energia idroelettrica.
– Tasso di crescita della produzione industriale: 3%.

Settore energetico:
– elettricità:
• Produzione: 5,201 miliardi kWh
• Consumo: 6,593 miliardi kWh
• Esportazioni: 0 miliardi kWh
• Importazioni: 1,884 miliardi kWh
– petrolio:
• Produzione: 10.930 barili al giorno
• Consumo: 33.000 barili al giorno
• Esportazioni: 1.004 barili al giorno
• Importazioni: 22.880 barili al giorno
• Riserve: 199,1 milioni barili
– gas naturale:
• Produzione: 30 milioni m3
• Consumo: 30 milioni m3
• Esportazioni: 0 m3
• Importazioni: 0 m3
• Riserve: 849,5 milioni m3

– Attuale bilancia dei pagamenti: $ -1,38 miliardi
– Esportazioni: $ 1,886 miliardi.
• Prodotti: tessile e calzature; asfalto, metalli e minerali metallici, petrolio grezzo, verdure, frutta, tabacco.
• Maggiori partners per le esportazioni: Italia (50,8%), Kosovo (6,2%), Turchia (5,9)%, Grecia (5,4)%, Cina (5,5%).

– Importazioni: $ 5,022 miliardi
• Prodotti: macchinari per l’industria, prodotti alimentari, tessili e chimici.
• Maggiori partners per le importazioni: Italia (28%), Grecia (13%), Cina (6,3%), Turchia (5,6%), Germania (5,6%).

– Riserve auree e di moneta straniera: $ 2,725 miliardi

– Debito estero: $5,7 miliardi

Trasporti:
– Aeroporti: 5
– Ferrovie: 339 km
– Strade: 18.000 km
– Porti e terminals: Durres, Sarande, Shengjin, Vlore.

mediterraneo

E-mail : info@comunitapmimediterraneo.org

Submit A Comment

Must be fill required * marked fields.

:*
:*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.