Dall’assemblea della Comunità delle PMI del Mediterraneo uno slancio per la promozione di iniziative di cooperazione ed integrazione

  • 21 dicembre 2011

Ospiti dell’Istituto Agronomico del Mediterraneo Bari, si sono riuniti in assemblea lo scorso 9 aprile i soci della Comunità delle PMI, organismo promosso dalla Confartigianato per la promozione e lo sviluppo degli interessi delle imprese operanti nel bacino del Mediterraneo.

Al centro dell’incontro, a cui hanno preso parte i rappresentanti, oltre che di Confartigianato, della Camera di Commercio di Bari, della Fiera del Levante, dell’APREIME (Tunisia) e della APCM (Francia), il programma di iniziative per favorire il processo di integrazione tra realtà imprenditoriali diverse per tradizione e cultura.

Partire dall’esperienza italiana e pugliese in particolare dei consorzi fidi per favorire la diffusione e conoscenza di tale virtuoso strumento in favore della piccola dimensione imprenditoriale è la proposta del presidente della Comunità delle PMI del Mediterraneo Antonio Laforgia.

Un’idea condivisa anche dal presidente della Camera di Commercio Luigi Farace che ha dichiarato

l’interesse dell’Ente ad accompagnare tale processo di diffusione che potrà registrare utili ricadute anche sul nostro sistema imprenditoriale.

Il trasferimento di know-hov potrà essere avviato, oltre che nel campo del micro credito, anche seguendo un programma di rafforzamento tecnico delle competenze degli artigiani e delle piccole imprese dell’area sud del Mediterraneo.

L’Istituto Agronomico Mediterraneo, come ha assicurato il direttore Cosimo Lacirignola, guarda con interesse a tale percorso di integrazione, e potrà eventualmente ospitare iniziative e workshop.

 

(Puglia Artigiana – Maggio 2010 pag. 4 – I. Spezzacatena – http://www.confartigianatobari.it/giornale/maggio2010.pdf)

Al via la Comunità delle Pmi del Mediterraneo

  • 21 dicembre 2011

L’iniziativa promossa da Confartigianato presentata a Bari nell’ambito della Fiera del Levante alla presenza del sottosegretario Mauro Agostini (nella foto). Intensificare la cooperazione e l’integrazione produttiva delle Pmi dei Paesi che si affacciano sulle sponde del Mediterraneo. Con questo obiettivo è nata la Comunità delle Pmi del Mediterraneo, promossa da Confartigianato e presentata ufficialmente oggi a Bari nell’ambito della Fiera del Levante dove, proprio un anno fa, Confartigianato di Bari aveva ispirato le linee progettuali dell’iniziativa.

Presenti alla cerimonia, tra gli altri, il presidente di Confartigianato Giorgio Guerrini, il sottosegretario al Commercio internazionale Mauro Agostini, il vice presidente Confederale Giovanmaria Rizzi, il presidente dell’Urap Confartigianato di Puglia Francesco Sgherza, il presidente di Confartigianato Bari Antonio Laforgia le delegazioni rappresentative delle Pmi di Libia, Malta, Romania, Slovenia, Tunisia, Turchia, Francia, Egitto e Marocco, esponenti della Regione Puglia.

“La creazione di filiere produttive sovranazionali ha spiegato Guerrini – sono oramai un fattore di successo nella competizione globale. Nel Mediterraneo sono soprattutto le Pmi ad aver bisogno di un supporto all’internazionalizzazione e di una protezione dai suoi contraccolpi negativi. Se le Pmi dell’area si integreranno sempre più, sapranno cogliere meglio le occasioni offerte dalla riacquisita centralità del Mediterraneo, soprattutto in vista della creazione di un’area di libero scambio a partire dal 2010”.

“Il compito delle Associazioni delle Pmi del Mediterraneo – ha aggiunto Guerrini – consiste pertanto nel mettere in moto un processo virtuoso di crescente integrazione. La costituzione della Comunità è un passo in questa direzione, un momento di scambio di esperienze e di acquisizione di consapevolezza degli interessi comuni in gioco”.

“Apprezzamento e sostegno all’iniziativa promossa dalla Confederazione” sono stati espressi dal sottosegretario al Commercio internazionale Mauro Agostini il quale, a nome del governo, ha incoraggiato Confartigianato “a proseguire in questo percorso di confronto e di collaborazione che il governo continuerà a seguire e che è finalizzato a favorire lo sviluppo delle piccole imprese in una dimensione internazionale”. Appoggio all’iniziativa è venuto anche dalla regione Puglia.

(Euro Finanza, Mensile di Economia del 13-09-2007 – http://www.eurofinanza.it/?p=2465)